El Diamantik

El Diamantik

Terzo classificato della seconda edizione del Concorso musicale Verdi Rap con la canzone Otello e Desdemona

Brano prodotto da Gianluca Messina e Fabrizio Bruno dell’Associazione Suonisonori all’interno del Carcere Minorile “C. Beccaria” di Milano. Si ringrazia la Direzione dell’istituto (Dott.ssa Buccoliero) ed il Ministero della Giustizia.

Testo di Otello e Desdemona

Mi sento spezzato, tradito arrabbiato ho amato

Una donna che non mi ha apprezzato

Il fazzoletto che le ho regalato

Nelle sue mani l’ho ritrovato

L’ho giurato gliel’ho promesso

Sono triste l’ho confesso

Non mi sento più lo stesso

Non so chi sono io adesso

Cassio è un infame

Ha fame di gloria che non può saziare

Non ha saputo apprezzare ciò che gli ho dato

 lui e Desdemona voglio ammazzare

Lei in un sonno soave avrà la morte

tra le sue braccia Le cade

lui tra le lame avrà la sorte che spetta

Lo aspettan nell’Ade

Solo di Jago mi fido neanche di Rodrigo

Non ho più amici qui a Cipro

Quindi confido che troverò pace// in un omicidio

Con le mie mani le tolgo il respiro// il mio odio le grido

I miei pensieri si perdono chiusi// dentro a un labirinto

Mi sentivo convinto ma tutto quello che penso ho scoperto che è finto//

Nel mio cuore ha dipinto

Quell’amore che pensavo fosse infinito

Son stato vinto da una leonessa

Prima che torni a Venezia so che la guerra è già persa

Ma manterrò la promessa che avrò la sua testa

 

Rit.

Di me si innamora, con me vuole una storia, 

io ho avuto una storia, però non sono riuscito ad avere una vittoria

ci vediamo nell’aldilà, dove di nuovo ci possiamo incontrar

Otello e Desdemona

 

De mi se innamora, con migo ya quiere una historia

yo tube una historia, pero no puede tener una victoria, 

nos vemos en el ma aya

donde otra vez nos podemos encontrar

Otello y Desdemona

 

 

Tutti l’avevano detto

Un moro e una bianca nello stesso letto

Non è permesso è lei chi mi ha scelto

suo padre è perplesso

Le frasi degli altri rimangono impresse

Ma le emozioni tra noi son le stesse

Forse han ragione se dicon che i negri

Non possono stare con le principesse

Dimmi in quale paese // la nostra storia sarebbe accettata

C’è un popolo intero che crede// che per averla io l’abbia stregata

Questo amore è stato come un puzzle

Siamo i pezzi di un mosaico

Dolci come le big bubble

Due magneti che si attraggon

 

ma io come faccio

sapendo che hai un altro

Prima ero pazzo d’amore ora l’amore mi ha reso pazzo

 

Una candela si può riaccendere l’amore che provo non si può sospendere

Hai avuto il coraggio di prendere, offendere, stendere,

e ora il mio turno di spegnere ma non ci sto,

 cara desdemona

ora che dormi non ho alcuna remora

la nostra storia si sgretola e se ti uccido

non infrango una regola

 

Credits photo Matteo Mora